SPAGHETTI CON BOTTARGA, LIMONE E PANGRATTATTO

DUE FACILI RICETTE CON LA BOTTARGA PER TRASFORMARE UN SEMPLICE PIATTO IN UN PIATTO DA RISTORANTE STELLATO – SECONDA RICETTA:  BOTTARGA, LIMONE E PANGRATTATO

limoneAbbiamo visto, nell’ultima ricetta proposta, come preparare la regina della pasta con la bottarga: gli spaghetti vongole e bottarga.    

Una  interessante alternativa alla appena ricordata, più nota ricetta, è sicuramente quella con limone e pangrattato.

Caratteristica di questa ricetta è forse il fatto che riunisce in sè alcuni degli ingredienti più tipici di diverse regioni italiane.

Della bottarga abbiamo già detto: è un alimento costituito principalmente da uova di tonno o di muggine -ma si trova anche di cernia, di ricciola- salate ed essiccate con procedimenti tradizionali; può differenziarsi sia nel colore che nel gusto (quella di tonno ha un sapore più intenso) e viene prodotta principalmente in Sardegna.

Il pangrattato ci trasporta invece nella meravigliosa terra di Sicilia dove, col più caratteristico nome di muddica atturrata, vengono preparati alcune delle pietanze più strepitose di tutta la gastronomia italiana, come la la pasta con le sarde, la pasta con i broccoli, le sarde a beccafico, solo per citare le più celebri.

I limoni, infine, ci conducono alle splendide scogliere di Amalfi, di Sorrento e di Positano, ai babà (al limone) e, naturalmente al più tipico dei suoi “derivati”: il limoncello.

Ingredienti speciali dunque, provenienti da diversi angoli della nostra bella penisola, per un piatto raffinato e gustoso -che in Sardegna sentirete chiamare solo “bottarga e arselle“- facile da realizzare e che garantisce non solo una ottima figura con i vostri ospiti ed amici ma, soprattutto e quel che più conta, una ineguagliabile soddisfazione per il vostro palato.

INGREDIENTI per quattro persone


  • Spaghetti 350 g.
  • Bottarga 30 g.
  • Scorza di limone
  • Pangrattato 50 g.
  • Olio extraverfgine di oliva

PREPARAZIONE


pan-grattatoPelate un limone non trattato con il pelapatate, fino a ricavare dalla buccia tagliata delle listarelle della lunghezza del limone stesso.

In un’altra padella versate con poco olio di oliva il pangrattato e lasciatelo dorare per qualche minuto, girando frequentemente con un cucchiaio di legno per evitare che si abbrustolisca troppo. Non appena traggiunto il giusto grado di doratura, spegnete e lasciate da parte.

Mettere a bollire una capiente pentola d’acqua non molto salata, essendo la bottarga come noto già molto saporita.

pentola2

In una altra  padella lasciate imbiondire in due cucchiai d’olio lo scalogno tritato, aggiungete le scorze di limone precedentemente tagliate e  fate insaporire il tutto aggiungendo un mestolo di acqua di cottura, continuando la preparazione per altri dieci minuti circa, a fuoco dolce.
Scolate gli spaghetti direttamente nella pentola con il condimento e grattugiatevi sopra una consistente quantità di bottarga.
Versate il pangrattato lasciato a suo tempo da parte e mescolate il tutto aggiungendo all’occorrenza dell’acqua di cottura per amalgamere al meglio il composto.
Versate nei piatti aggiungendo un’altra piccola quantità di bottarga e, a scopo decorativo, ma non solo, alcune listarelle di limone.
Buon appetito!
spaghetti bottarga limone e panagrattato
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *